Home » News » Comunicazione

Comunicazione

Valle d'Aosta: scialpinismo solo con le guide

La F.A.L.C. aps, Società Alpinistica sottosezione del CAI Milano e sede di Scuola di Alpinismo e Scialpinismo, esprime il suo marcato dissenso verso la decisione della Regione Valle d’Aosta di impedire la pratica dello scialpinismo, se non con Guida Alpina, e la sua critica verso certe affermazioni che hanno accompagnato questo annuncio.
Ci preoccupa il principio di limitazione della libertà individuale, che potrebbe costituire un pericoloso precedente, e contestiamo l’affermazione secondo cui, tra gli scialpinisti, ci sarebbero molti “avventurieri” che metterebbero inutilmente a repentaglio l’incolumità di eventuali soccorritori.
Premesso che come frequentatori della montagna siamo amici e rispettiamo massimamente sia le Guide Alpine sia i membri del Soccorso Alpino con cui condividiamo l’amore per la natura e la sicurezza nella pratica degli sport, riteniamo che la gran parte dei praticanti lo scialpinismo sappia assumere comportamenti di maggiore e ulteriore attenzione e responsabilità in questo momento, proprio per ridurre le conseguenze imprevedibili della propria attività, esattamente come è già stato dimostrato durante la stagione estiva. La cultura della sicurezza e della prevenzione è sempre più diffusa (grazie anche alla continua attività svolta dalle Sezioni e dalle Scuole del CAI), e forse proprio tra gli scialpinisti più che tra i ciaspolatori, disciplina relativamente più recente.
Ci uniamo quindi agli appelli già rivolti da altre associazioni alla Presidenza della Regione Valle d’Aosta affinché ci sia un ripensamento rispetto a questa grave decisione.