FALC Ferant Alpes Laetitiam Cordibus

Società alpinistica ONLUS dal 1920

Sottosezione CAI

caricamento..Caricamento..

Attività nel sociale

Aggiornato il 15/02/12

Il Presidente della Regione Lombardia ha emanato il Decreto n. 124 del 5 gennaio 2000 con il quale la Società Alpinistica FALC viene iscritta nel Registro Generale Regionale del Volontariato e conseguentemente le viene attribuita ufficialmente la forma giuridica di ONLUS. (Organizzazione non Lucrativa di Utilità Sociale).

Questo riconoscimento conferisce personalità giuridica alla nostra Associazione e le permette di essere intestataria di immobili (vedi rifugio), di richiedere contributi per iniziative sociali, di avere esenzioni fiscali e di ricevere regolari donazioni da terzi.

Il percorso che ci ha portato a questo traguardo è stato lungo e difficile. Dopo un primo tentativo che ha avuto esito negativo, in quanto la ns. Associazione non era adeguatamente inserita nell'ambito della solidarietà sociale, abbiamo approfittato di un ampliamento dei requisiti richiesti per riproporre una nuova domanda. L'istruttoria ha comportato la preparazione di una voluminosa documentazione, l'approvazione di un nuovo Statuto e la sua registrazione all'Ufficio del Registro di Milano, cui ha fatto seguito un'ispezione di funzionari del Comune di Milano che hanno espresso il loro giudizio positivo complimentandosi con noi per la meritoria attività educativa che svolgiamo nell'ambito alpinistico.

Ci risulta che nel nostro settore di attività soltanto il CAI di Milano, che ha oltre 10.000 Soci, sia riuscito finora ad ottenere questa attribuzione e ciò aumenta ancor di più la nostra soddisfazione. Il fatto poi che il riconoscimento sia giunto all'inizio del 2000 sembra quasi un segno del destino che ci assegna un nuovo punto di partenza per spingere la nostra Associazione a raggiungere altri e più ambiti obiettivi.

Giuseppe Silva

Il progetto PAN con la COMIN

Nell’ambito dell’attività come ONLUS, particolare significato assume la collaborazione che dal 2002 abbiamo instaurato con la COMIN. Questa Cooperativa Minori è ben nota in ambito assistenziale, con oltre quaranta progetti a favore dei minori e della famiglia, distribuiti sul territorio del Comune di Milano e dell’Hinterland.

Il progetto “PAN – Progetto di Avvicinamento alla Natura” ha lo scopo di far incontrare l’ambiente naturale ad adolescenti con disagio sociale. uesto progetto la FALC ha messo a disposizione l’esperienza dei soci:

  • nella fase di progettazione delle gite, proponendo itinerari adatti sia alle capacità fisiche dei partecipanti, sia alle esigenze educative.
  • nella realizzazione della gita, in qualità di accompagnatori, quali garanti della sicurezza.

Dall’ inizio del progetto sono stati seguiti, ogni anno: da due fino a cinque gruppi, ogni gruppo composto da cinque - dieci adolescenti; ogni gruppo ha effettuato cinque – sei gite giornaliere, più un “gitone” di due giorni di conclusione. In ogni gruppo erano presenti due-tre educatori COMIN con due accompagnatori FALC.

Infine, lo scorso anno un gruppo di ragazzi ha fatto una bella esperienza di arrampicata presso la nostra palestra. Fondamentale è stato l’affiatamento educatori-accompagnatori, necessario a superare i momenti di tensione, che inevitabilmente insorgono con questi adolescenti problematici. Per contro è fonte di grande gratificazione constatare la crescita dei ragazzi, vedere come affrontano le difficoltà, come si confrontano con i propri limiti e la loro soddisfazione quando riescono a superarli. Il sito della COMIN è: www.coopcomin.org

Renato Bana

 
▲ Torna a inizio pagina